lunedì 23 febbraio 2015

Dark Star: disponibile dal 3 aprile una Special Limited Edition in blu-ray disco doppio


E' disponibile su amazon.jp il pre-ordine di una "Special Limited Edition" su due dischi in blu-ray del primo lungometraggio di John Carpenter Dark Star, del 1974. La release sarà disponibile a partire dal prossimo 3 aprile per il mercato nipponico (al momento non è possibile dire se arriverà anche in occidente) e oltre che al film in director's cut della durata di 83 minuti, verrà distribuita con un secondo supporto con oltre 3 ore di extra ed un libretto di 20 pagine e cartoline riproducenti le locandine originali.

Tra i contenuti speciale inclusi vi sono (riprendendo la descrizione del prodotto):
- Documentario "Avventura del film Dark Star"
- Intervista allo scrittore Alan Dean Foster
- Intervista all'attore Brian Derelle 
- Esplorazione della mappa in 3D della nave di Dark Star
- Introduzione di Dan O'Bannon
- Triva Collection
- Trailer cinematografico per l'edizione giapponese. 

venerdì 20 febbraio 2015

Fuga Da New York: resi noti gli extra della "collector's edition" in arrivo il 21 aprile


Sono stati resi noti gli extra presenti nella "Collector's Edition" del blu-ray di Escape From New York (1997: Fuga Da New York), in uscita il 21 aprile - solo per il mercato americano - attraverso la casa di produzione Scream Factory (che ha reso pubblica questa informazione attraverso il proprio sito). Ve li riportiamo di seguito:

DISCO 1  
NUOVA scansione HD 2K da interpositivo, ricavato dal negativo originale. 
NUOVO commento audio con l'attrice Adrienne Barbeau e il direttore della fotografia Dean Cundey. Commento audio con il regista John Carpenter e l'attore Kurt Russell 
Commento audio della produttrice Debra Hill e dello scenografo Joe Alves

DISCO 2 
(NUOVO) Big Challenges in Little Manhattan: Gli effetti visivi di Fuga Da New York. 
(NUOVO) Musicando la fuga: Una discussione col compositore Alan Howarth. 
(NUOVO) Sul set con John Carpenter: Le immagini di Fuga Da New York con il fotografo Kim Gottlieb-Walker.  
(NUOVO) Io sono Taylor - un'intervista con l'attore Joe Unger.  
(NUOVO) La mia notte sul set - un'intervista con il regista David DeCoteau. 
Scene eliminate: L'originale sequenza iniziale della rapina in banca 
Featurette "Ritorno a Fuga Da New York" -
Trailer cinematografici - Gallerie fotografiche - Dietro le quinte, locandine e cartoline

mercoledì 18 febbraio 2015

Escape From The Earth: il progetto di John Carpenter che è sempre rimasto solo nella testa del regista


Negli ultimi anni si è parlato molto di Darkchylde, film alla quale John Carpenter ha iniziato a lavorare (a rilento a dire il vero, perchè adesso preferisce videogiochi, basket ed eventualmente suonare le testiere - per sua stessa ammissione) dopo l'uscita di The Ward del 2010 ma che non è mai realmente entrato in fase di produzione perchè anche dalle dichiarazioni fatte in questi anni da sua moglie Sandy King, non c'è una casa di produzione che si è fatta avanti per finanziare il progetto.
Prima ancora di Darkchylde però, che forse non si realizzarà mai (ma noi ci auguriamo il contrario), John Carpenter ha messo nel cassetto (chiuso a chiave con doppia mandata) un altra pellicola ufficialmente smentita dal diretto interessato nel 2006 e che per molti motivi non verrà mai ripreso: Escape From The Earth.


La prima fuga di notizie (scusate il gioco di parole) si ebbe poco dopo l'uscita di Escape From L.A. (Fuga Da Los Angeles), film del 1996 dove il regista californiano 15 anni dopo il primo storico capitolo (dal titolo italiano di 1997: Fuga Da New York) riportava in vita l'anti-eroe americano (ma forse un pò troppo anarchico per esserlo veramente) Snake Plissken - interpretato sempre dall'attore Kurt Russell - per una sorta di remake/sequel  che ha diviso molto la critica ed i fans, ma che al botteghino fu semplicemente un grande flop. Aldilà di tutti gli aspetti tecnici/commerciali dell'operazione e dopo qualche anno di silenzio, con l'avvento di interntet a banda larga nei primi anni 2000 il web tornò a parlare a fasi alterne di questo terzo capitolo, che avrebbe visto (secondo una sceneggiatura che lo stesso Carpenter avrebbe stilato insieme a Kurt Russell) Snake alla ricerca di un piano per fuggire dal pianeta Terra dopo che un esperimento biologico avrebbe ridotto la quasi totalità della popolazione mondiale in zombie
Nel 2006, alcuni blog riportarono addirittura la notizia che nel mese di agosto dello stesso anno, Carpenter si sarebbe ritrovato per un incontro top secret negli uffici della Paramout Pictures per presentare il progetto che si sarebbe dovuto realizzare entro il 2008 (leggi qui). La curiosità sul web aumentò esponenzialmente: l'anno prima Carpenter aveva girato due episodi per la serie TV Masters Of Horror ed uno dei due, Cigarette Burns, fu ritenuto da molti critici la sua migliore regia dai tempi de Il Seme Della Follia del 1994, destando di nuovo interesse artistico intorno al regista. A questo punto però, qualcuno voleva scavare a fondo sulla vicenda. E lo fece un tale Drew "Moriarty" McWeeny, autore di molti articoli per il sito aintitcool.com e che dopo alcune ricerche senza riscontri ufficiali, contattò dapprima lo stesso regista, che rispose in maniera perentoria «è un'idea che abbiamo avuto molti anni fa, ma non siamo mai andati realmente oltre» e poi anche la moglie Sandy King, che - con tono ironico - dichiarò «John ha appena passato una splendida settimana giocando dalla sua poltrona al videogame di Tom Clancy mangiando pollo fritto, cosa devo dire di più?». Due frasi che hanno avuto lo stesso peso di una pietra tombale sul film. 

Insomma, appare chiaro che Carpenter avesse - intorno alla fine degli anni '90 - l'idea concreta di creare intorno alla figura di Snake una trilogia, con un finale che avrebbe probabilmente aumentato le dinamiche horror/fantascientifiche, ma gli scarsi risultati al box office di Fuga Da Los Angeles non fecero desistere tanto lui, ma le case di produzione mal disposte a dover sborsare un budget di sicuro non irrisorio per un progetto del genere. Va aggiunto, per dover di cronaca anche che, l'ultimo film del regista a quei tempi era Ghosts Of Mars - Fantasmi Da Marte del 2001, anch'esso un insuccesso dal punto di vista remunerativo.  Resta il fatto che nel 2008, da un'idea molto simile, è uscita la pellicola Doomsday - Il Giorno del Giudizio, del regista britannico Neil Marshall e con protagonista (femminile) Rhona Mitra. Qui vi è un virus che in un futuro non troppo distante dai giorni nostri, ha ucciso gran parte della popolazione scozzese: il governo inglese chiede ad una coraggiosa poliziotta (senza più un occhio) di portare a Londra un medico ancora in vita che conosce una cura prima che anche la popolazione inglese venga infettata, dovendo superare un gigantesco muro che ha diviso l'Inghilterra dalla Scozia e combattendo i pochi sopravvissuti ormai radunati in tribù che fanno del cannibalismo per sopravvivere. Il risultato non fu eccezionale ma sicuramente apprezzabile e particolarmente citazionista. Per buona pace di John Carpenter e della sua trilogia rimasta tale solo nella sua testa.  

martedì 10 febbraio 2015

Halloween: gli autori di Saw si preparano ad una ricalibrazione della serie


Citando un articolo apparso oggi sul sito mistermovie.it gli autori della saga horror Saw - Marcus Dunstan e Patrick Melton sarebbero al lavoro su una "ricalibrazione" della saga di Halloween, inaugurata nel 1978 dal regista John Carpenter e momentaneamente ferma dal 2002 con l'ottava pellicola dedicata al serial killer mascherato. Difficile capire cosa voglia significare quella parola - che tenderebbe ad escludere remake e reboot - ma il progetto per adesso sembra ancora in fase del tutto embrionale e quindi dovremmo ancora aspettare qualche mese per capire le sorti di uno dei personaggi più iconoclasti e amati del genere horror. 

sabato 7 febbraio 2015

Recensioni Carpenteriane: In The Mouth Of Madness [Blu-Ray]

Titolo in italiano: Il Seme Della Follia
Formato: Blu-Ray PAL
Casa di distribuzione: Warner Home Video
Data di uscita: 23/10/2013
Extra: Commento di John Carpenter e Gary B. Kibbe; Theatrical Trailer
Dove acquistarlo: amazon.it




Recensione a cura di: Fabio Pennywise Carpenter 


Dopo una prima "drammatica" trasposizione in digitale avvenuta con l'uscita del DVD nel 2002 da parte della Cecchi Gori Home Video (oggi fuori catalogo e ricercatissima dai collezionisti), con una qualità video praticamente pari ad una VHS (ma con diversi contenuti extra non sottotitolati ed audio in 5.1), la Warner Home Video in linea con le sue uscite di questi anni ha immesso sul mercato nell'ottobre del 2013 la prima edizione in alta definizione di uno dei più grandi classici di John Carpenter: Il Seme Della Follia. La confezione, non presenta segni particolari ed è stata distribuita nel classico formato amaray, senza nessun libretto, dischi aggiuntivi e copia digitale downlodabile.

Togliamoci subito il dente partendo subito con le note dolenti della release, prima di elencarne i punti di forza: il Blu-Ray in questione, nonostante oggi sia sempre più difficile credere che si possa rilasciare sul mercato un'edizione senza contenuti speciali di rilievo - con Il Seme Della Follia ci si deve accontentare di extra tutt'altro che succosi e che possano invogliare l'acquirente occasionale: vi è infatti solo il commento del regista John Carpenter e del direttore della fotografia Gary K. Kibbe - tra l'altro nemmeno sottotitolato in italiano - ed il trailer originale del film (in lingua inglese). Di certo un pò troppo poco per un'uscita tanto attesa come questa. Se non bastasse già questo aspetto poco edificante, anche l'audio italiano non presenta l'ormai classico 5.1 DTS (vigente invece se si opziona l'inglese) ma un ben meno glorioso Dolby Digital 2.0, che però ad onor di merito compie perfettamente il suo dovere risultando sempre chiaro e pulito, non contrastando o sovrapponendosi mai i dialoghi con gli effetti sonori e le bellissime musiche. Le lingue disponibili sono comunque abbondanti: Italiano, Inglese, Spagnolo e Tedesco, alla quale va aggiunto il Francese per quanto riguarda il comparto dei sottotitoli. 

Venendo invece ai punti di forza - in realtà solo uno ma di grande rilievo - va annunciato che questo Blu-Ray dal punto di vista dell'immagine riscatta pienamente la sopra menzionata edizione in DVD di oltre dieni anni fa, presentando un video rimasterizzato con grande rispetto della pellicola originale, estramamente pulito e senza saturazioni di nessun tipo, sciorinando una definizione davvero di primo livello, in linea con le sempre ottime uscite della Warner Home Video. Si risaltano cosi gli inquietanti paesaggi di Hobb's End sia alla luce del giorno che in notturna con una colorazione elegante e pienamente soddisfacente, pura esaltazione dell'anamorfico, nel pieno rispetto della pellicola originale di Carpenter uscita nel 1995.

In definitiva, il Blu-Ray de Il Seme Della Follia si riscatta pienamente della vecchia edizione donandoci uno sfavillante comparto video, efficace per la piena immersione nelle paranoie di John Trant, un acquisto obbligatorio per i fan del film che finalmente si possono godere questo classico dell'horror di ispirazione lovercrafteriana al massimo del suo splendore e definizione. 

mercoledì 4 febbraio 2015

Fuga Da New York: negli Stati Uniti in molti vorrebbero Emily Blunt nel ruolo di Snake Plissken per il remake


Qui siamo su lidi fantacinematografici, ma è pur sempre una notizia che merita diffusione. Da qualche giorno, molti media che trattano di cinema stanno - con fare evidentemente anche provvocatorio - appoggiando la candidatura dell'attrice Emily Blunt per il ruolo di Snake Plissken per il remake di Fuga Da New York, al momento ancora in fase di pre-produzione e che vedrà  come produttore esecutivo il regista della pellicola originale del 1981 John Carpenter . A sottolineare il fatto è il sito moviepilot.com che riporta anche il tweet del noto critico cinematografico Todd Gilchrist che ha ammesso col suo post di essere "ossessionato da questa possibilità" ed un articolo di USA Today pubblicato a metà gennaio (leggi qui).


L'articolo prosegue facendo notare come teoricamente, questa potrebbe anche essere una scelta felice: la Blunt ha molto talento, un viso d'angelo e in passato ha dimostrato le sua abilità anche in film d'azione (senza dimenticare che lo stesso Carpenter in passato non ha mai avuto problemi ha dare ruoli di primaria importanza ad attrici belle e capaci). 
La domanda però ci sorge spontanea: se questa "eventualità" diventasse realtà, molti fans già scettici del fatto che uno dei migliori film d'azione dispotica che il cinema americano moderno abbia donato avrà un rifacimento, non lo sarebbero ancora di più nel sapere che dopo il machismo antieroico di Kurt Russell venga sostituito da si un'attrice molto brava, ma che al posto di muscoli ed una faccia dura e impassibile ha un bel seno, un bel sedere e due gambe da top model? 

martedì 3 febbraio 2015

John Carpenter: infezione batterica per il regista, in forse la sua partecipazione al BAM



Dovrebbero essere giorni di grande soddisfazione per John Carpenter, che vede proprio oggi arrivare sugli scaffali dei negozi di musica il suo primo album di musica a suo nome: Lost Themes. Ma purtroppo non è cosi. Infatti ieri il sito dreadcentral.com ha pubblicato la notizia che Carpenter nei giorni scorsi ha contratto un'infezione batterica (ma niente di grave) e che la sua partecipazione all'edizione 2015 del BAM prevista per giovedi prossimo dove avrebbe dovuto presentare il suo disco è al momento in dubbio. 
Anche noi de "Il Seme Della Follia", cosi come stanno già facendo i fan attraverso Twitter e Facebook, auguriamo una pronta e totale guarigione al regista.